Skip to Content

post

Novità dal Giappone: Alcohol checker per iPhone 5

Si chiama Thanko, ed è il nuovo alcohol checker per iPhone5. Se pensate di aver alzato un po’ troppo il gomito e volete misurare il vostro tasso di alcohol nel sangue prima di mettervi alla guida di un’automobile, ecco l’ultima novità per iPhone5, direttamente dal Giappone.

Dopo aver inserito il dispositivo nell’iPhone, basta soffiare, e in 20 secondi appare il risultato sia in cifre che in colori: verde, giallo e rosso, in base al livello di alcohol. Di piccole dimensioni e al costo di circa 2000 yen (circa 20 euro), non necessita di una batteria extra e può essere usato anche con  iPad e iPod

.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
post

Xperia + NTT docomo = Hatsune Miku

Pochi giorni fa’ l’operatore telefonico giapponese NTT docomo ha ufficialmente annunciato l’uscita di un nuovo modello di smartphone. Dopo Evangelion, One Piece e Jo Jo questa volta tocca ad Hatsune Miku, la popolarissima “cantante” digitale che in questi anni in Giappone ha generato ingenti profitti ai suoi creatori tra “concerti”, videogiochi, gadget e chi più ne ha più ne metta.

Lo smartphone è frutto di una collaborazione tra Docomo e Sony, sarà in vendita da settembre, disponibile in quantità limitata, solo 39000 unità. Il terminale è di fatto basato sul celebre Xperia A, altro fratello minore del top di gamma Sony Xperia Z,  e sarà noto come Xperia feat. HATSUNE MIKU ( il nome di certo non è molto originale Ndr.)

Oltre al design esterno customizzato, la memoria del telefono conterrà un album speciale, MikXperience EP, frutto questa volta di una collaborazione tra Crypton Future Media, gli sviluppatori del software che dà la voce ad Hatsune Miku, e Sony Music.

A questo indirizzo http://dx39.net potrete trovare informazioni dettagliate a riguardo( in giapponese). Il sito teaser come vedete si chiama dx39: la D sta per Docomo, la X sta per Xperia mentre il 39 sta per MIKU in base ad una delle letture possibili in giapponese dei numeri 3 ( ミ= mi) e 9 (  ク=ku).

Ovviamente lo commercializzazione dello smartphone riguarda il solo Giappone.

Qui sotto una foto della pubblicità scattata da me personalmente alla stazione di Shibuya.

 

Chi non fosse a conoscenza di Hatsune Miku, guardando questo video capirà immediatamente la portata del fenomeno in terra nipponica.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
post

In Giappone Iron Man 3 sarà proiettato in 4D!

Il prossimo 26 Aprile uscirà in Giappone  il terzo capitolo della leggendaria saga Marvel dedicata ad Iron Man. Il film, ovviamente di produzione americana, sarà impreziosito per il solo pubblico giapponese con una tecnologia denominata 4DX.

Dal punto di vista visuale questa tecnologia apporta miglioramenti con una nitidezza dell’immagine superiore al 3D classico alcuni effetti: i cinema predisposti infatti forniranno feedback alle poltrone degli spettatori, effetti quali nebbia, umidità, luci ed odori.

Tale tecnologia è l’evoluzione di una tecnologia precedente, denominta Odorama, già presente da anni soprattutto nei cinema dei parchi Disney ed in altri theme park sparsi un po’ in tutto il mondo, ma con 4DX tale tecnologia passa ad un livello superiore. Sicuramente un’evoluzione frutto di una operazione commerciale per attirare ancora più pubblico ed incrementare gli incassi, ma se vi trovate in Giappone in quel periodo potrebbe  essere una piacevole esperienza, quindi perchè non provare :-)?

Di di seguito il link della catena di cinema Korona che propone la visione al non proprio economico prezzo di 3100 Yen, circa 25 euro ed il trailer in italiano.

INFO Korona Cinema 

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
post

Sony, Toshiba, Hitachi: nasce Japan Display

 

 

Ormai è guerra aperta (si fa per dire) tra Giappone e resto del mondo per la supremazia nel settore degli schermi a cristalli liquidi.
Di questi giorni l’annuncio del progetto per la creazione di una nuova società, la Japan Display, che nascerà dalla sinergia di tre colossi nipponici: Sony, Toshiba e Hitachi.
Le tre aziende hi-tech del sol levante metteranno su un piatto comune sforzi, tecnologie e una gran quantità di denaro, per realizzare display LCD di piccole e medie dimensioni, destinati principalmente al mercato smartphone e tablet, in continua, esponenziale espansione.

Ruolo fondamentale all’interno di questa operazione congiunta, che di fatto è una dichiarazione di guerra alle altre aziende asiatiche (vedi in primis Samsung), lo avrà il fondo governativo Innovation Network Corporation of Japan, che deterrà il 70% delle quote all’interno della NewCo, lasciando alle tre aziende il 10% ciascuna. Si parla di circa 2 miliardi di dollari di investimenti, messi sul piatto.
”La nuova società – ha dichiarato un portavoce dell’azienda – si propone di utilizzare le migliori tecnologie ad alto valore aggiunto del mondo di ciascuna azienda e di stabilire nuove linee di produzione ”.
Sony, Toshiba e Hitachi deterranno in questo modo il 21,5% delle quote mondiali nella produzione di display e per queste ragioni, prima di poter passare alla fase operativa, si attende il bene placido dell’antitrust.


Pianeta Tech

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
post

Da Panasonic un tavolo ad energia solare che ricarica i dispositivi elettronici

altPanasonic ha presentato in anteprima quello che sarà uno dei suoi nuovi prodotti per l’elettronica di consumo di questo 2011. Ma questa volta non si tratterà di fotocamere, videocamere, televisori o impianti home theater. Il nuovo oggetto hi-tech del colosso giapponese è uno speciale tavolo ad energia solare da utilizzare per la ricarica dei dispositivi elettronici portatili.

Questo nuovo tavolo tecnologico non ha ancora un nome, nonostante sia praticamente pronto alla commercializzazione, anche se non è stata resa nota alcuna data ufficiale. Panasonic lo ha mostrato in occasione del Retail Tech Expo di Tokyo e entro fine hanno verrà annunciato ufficialmente, per poi essere immesso sul mercato.

Sfruttando i pannelli solari installati sulla sua superficie sarà possibile ricaricare cellulari, tablet, computer portatili semplicemente appoggiandoli su di esso, sfruttando le tecniche di ricarica ad induzione (per questo i dispositivi dovranno essere compatibili con questa tecnologia, o dotati di accessori appositi).
Naturalmente è troppo presto per conoscerne il prezzo, ma difficilmente sarà abbordabile ai più.
 
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 21 22   Next Page »